mercoledì 1 maggio 2013

5. Quando ho scoperto che il cancro non esiste



La storia che sto per raccontare rappresenta nella mia vita, più o meno, quello che è per la storia dell’umanità la scoperta del fuoco o l’invenzione della macchina a vapore. Cioè una rivoluzione totale, un capovolgimento radicale.
Fondamentalmente, prima d’intraprendere il mio cammino spirituale, avevo una gran paura della morte ma soprattutto delle malattie. Cosa sono le malattie? Sono delle sfighe terribili che colpiscono a cavolo, come le frecce scagliate dagli eserciti medievali, e non si sa da dove vengano, che senso abbiano e, molte volte, come liberarsene. I medici fingono di sapere tutto ma, con tre domande, ti accorgi che non sanno niente, neppure perché si sternutisce. Hanno delle teorie, imparate e condivise come i comandamenti delle religioni, e poi un miliardo di tabelle, statistiche, numeri ecc. ecc. Ma non mi è mai accaduto che un medico mi desse una risposta del tutto sensata, univoca e universale su un qualsivoglia argomento. Nonostante ciò, spesso fanno “miracoli” e moltissimi di loro lavorano con coscienza, abnegazione e dedizione.
Io avevo una gran paura non tanto di ammalarmi io, quanto che accadesse ai miei o alle persone che amo. Una volta pensavo: bisogna mettere dei soldi da parte, perché se poi uno di noi si ammala, dobbiamo spendere un sacco di denaro in cure. Oggi penso che bisogni averne da parte perché, nel caso, spenderemmo un capitale in viaggi, ristoranti e divertimenti. Racconto il perché.
Un pomeriggio del 2005, mentre vado in palestra con la mia ragazza, una nostra amica ci racconta con preoccupazione che alla madre hanno trovato il cancro e che, se non verrà operata, le restano due o tre mesi di vita. Un classico. Insomma, la freccia che è piovuta dal cielo. Aggiunge però che è venuta a sapere di un medico che ha fatto delle scoperte rivoluzionarie, per cui non solo non si opererà, ma non si curerà neanche dal cancro. Perché il cancro, rispetto a quello che ci hanno raccontato, è tutta un’altra storia.
Io penso che ha un gran coraggio, che nel settore circolano da sempre teorie di tutti i tipi e le cure più disparate, e sperimentarlo sulla propria pelle richiede se non incoscienza, un gran bel fegato.
Ne parliamo a cena. Ed è proprio al cinese migliore del mondo, il Wah Pei di Campo Ascolano, che sento suonare le campanelle mentre la ragazza c’illustra la scoperta di questo medico tedesco, Ryke Geerd Hamer.
Le malattie non sono sfighe cosmiche che colpiscono a cavolo, né frecce di eserciti medievali. Sono al contrario fenomeni profondamente sensati e complessi, oserei dire benedetti. Ovvero programmi speciali, biologici e sensati della natura, frutto di miliardi di anni di evoluzione, di cui madre natura (una volta per tutte, benigna) ci ha dotato non per indebolirci, farci fuori e fotterci, ma per rafforzarci e preservarci. Processi sacri, infinitamente perfetti e razionali, che servono a vivere, non a morire.
Pur non avendo alcuna prova, in quel momento al tavolo, tra un involtino e un raviolo, tutte le cellule del mio corpo si misero gli occhiali e fecero segno di sì. Finalmente una risposta scientifica, universale e sensata. Verificabile e riproducibile. Fondata non più su numeri e tabelle, ma sugli individui. La medicina dell’Età dell’Oro. Quella che si praticherà negli ospedali e s’insegnerà all’università tra trecento anni. Non più “signora la sua tiroide è sballata perché lei appartiene a quel 18% di casi che su quel 60% di sfigati sono più sfigati della media”, bensì “signora la sua tiroide si è sballata perché lei si sente con le mani legate”.
Subito mi mossi per saperne di più. M’iscrissi a un corso introduttivo di questa Nuova Medicina. La tenne un farmacista. Ci raccontò che è stata fondata per un incredibile susseguirsi di eventi, in parte tragici, dal medico tedesco padre del ragazzo ucciso dalla fucilata del principe mancato re savoiardo all’isola di Cavallo nel 1978. Scoperta proprio a seguito di un tumore al testicolo successivo alla perdita di questo figlio. Il medico in questione ha semplicemente fatto due più due. Ha capito subito che il suo cancro del testicolo doveva essere correlato alla morte del ragazzo. E che tessuto, localizzazione e decorso della malattia dovevano avere un motivo più che razionale e soggetto a leggi biologiche ferree, che si rivelarono essere 5 e riscontrabili in tutte le malattie, dal raffreddore alla leucemia, dal cancro all’ictus, all’infarto. Intervistò così i malati della clinica oncologica che dirigeva e scoprì una cosa incredibile: tutte le malattie coincidevano al 100% con relativi choc biologici, conflittuali, acuti, vissuti in solitudine. Che chiamò Sindrome di Dirk Hamer (DHS) dal nome del figlio. Non solo. Si accorse pure che, incredibilmente, le malattie, avendo un senso, non potevano causare di per sé la morte. Ma che la quasi totalità dei morti — se si escludono pochissime patologie acute come l’infarto e il coma diabetico — è dovuta esclusivamente alle cure che vengono somministrate.
Pensò che una simile scoperta, verificata con facilità e in breve tempo da un’università, fosse l’inizio di una rivoluzione. Invece, fu per lui l’inizio dell’inferno. Imprigionato, vilipeso, oltraggiato, privato della licenza, il medico iniziò una vita da fuggiasco e da nemico pubblico. Perché la sua scoperta minacciava di togliere alla medicina la sola cosa che non le si può toccare, cioè il profitto. L’ha detto recentemente anche Gino Strada: «perché una sostituzione mitralica, compiuta nel centro di cardiochirurgia di Emergency, costa 1850 euro e in una struttura pubblica o privata viene rimborsata intorno ai 20 mila euro?».
La madre della mia amica, naturalmente, non morì dopo due mesi e il suo tumore si ridusse da solo, come uno dei tanti miracoli su cui inciampa la scienza e si avviano canonizzazioni. Quel miracolo chiamato Natura.
Da quel giorno del 2005, a seguito del quale passai una notte insonne, svegliatomi per sempre dall’incubo horror della malattia assassina, ho verificato centinaia di volte la correlazione psiche-cervello-organo, la non esistenza di miti negativi come le metastasi, i prodotti cancerogeni, e la possibilità di guarire anche dalla più tremenda malattia soltanto ritrovando la luce con la risoluzione del conflitto originario. Non mi è mai capitato in questi nove anni di trovare un solo caso che violasse le 5 leggi biologiche a fondamento di questa immane scoperta. Proprio due sere fa, mi ha scritto una ragazza che non conoscevo e che è guarita da sola dalla tiroidite di Hashimoto, una malattia che la medicina ufficiale ritiene inguaribile (cronica) e autoimmune (cioè dovuta ad auto-sfiga). Ha risolto il suo problema soltanto leggendo il libro di Hamer, analizzando il suo conflitto d’impotenza e di “sentirsi con le mani legate”, ed è guarita completamente. Mi ha scritto perché cercavamo insieme di capire come uscire dal binario dell’intolleranza alimentare al nichel. In ogni caso, un piccolo miracolo.
Ma non è per tutti, purtroppo. E per ora, bisogna parlarne a voce bassa e di nascosto. Alcuni deprecabili tentativi di discredito, come un’immemorabile puntata di “Mi manda Raitre”, si sono rivoltati contro i censori e i talebani della medicina (leggi lobby farmaceutica), creando un ancor più vasto e consapevole giro di conoscenze. Perché la paura ha ancora in mano milioni di persone e quegli individui che vogliono prendere su di sé la responsabilità della propria vita, del proprio percorso — e dunque del proprio corpo e dei propri processi biologici — sono ancora troppo pochi e, al momento, isolati.
Per fortuna, il risveglio della coscienza, la condivisione delle informazioni e l’evoluzione dell’intelligenza corrono più veloci dei tentacoli lanciati dalle buie piovre medievali.


29.04.13 Copyright Gabriele Policardo


 Siamo come i crochi che escono dalla neve...

61 commenti:

  1. Ti do 20 euro se entri in un reparto di oncologia a raccontare ai pazienti questa storia. Fammi sapere

    RispondiElimina
  2. Tienti i 20 euro e leggiti un libro sulla nuova medicina. Non t'insegneranno ad avere rispetto per le idee degli altri, ma ti apriranno delle prospettive.

    RispondiElimina
  3. A me sembra che con la nuova medicina le prospettive si chiudano, ma che può saperne uno che la pensa diversamente da te

    RispondiElimina
  4. Tu hai letto i libri e verificato le 5 leggi biologiche su un campione di persone o parli per scienza indotta? O difendi qualche interesse, dato l'anonimato?

    RispondiElimina
  5. No, io credo, da semplice infermiere, che la vecchia medicina stia facendo un buon lavoro nel campo oncologico e che chi alimenta speranze senza alcun fondamento(perché studi sull'argomento non ne ho trovati a parte il LIBRO di cuo parli) offende l'intelligenza sia dei pazienti sia di chi lavora con impegno in questo settore. Comunque se la nuova medicina funzionasse sarei solo che felice.ciao

    RispondiElimina
  6. Se non funzionasse, non mi sarei esposto in prima persona. Per la mia esperienza, le persone che si sono sottoposte al "buon lavoro in campo oncologico" sono morte da anni, quelle che se ne sono tenute lontane sono ancora vive, ma questa è solo la mia trascurabile esperienza. Io non alimento alcuna speranza, io racconto una realtà. Che potrai verificare tu stesso semplicemente leggendoti il libro e parlando con i tuoi pazienti. O parlando con uno delle decine di medici che usano Hamer (e non saranno tutti degli sprovveduti) o delle centinaia di pazienti guariti grazie alle 5 leggi biologiche.

    RispondiElimina
  7. Cito adesso dal profilo di Athena Gioia che su Facebook ha condiviso l'articolo riportando il commento di una tua collega di cui metto solo le iniziali: M.F.: "Meraviglioso! provato con mano sulla mia pelle! E lo dice un'infermiera da più di 30 anni!. Mi auguro che questa medicina diventi ufficiale a breve perchè l'uomo sta cominciando a svegliarsi e presto gli ambulatori dei baroni medici saranno vuoti!"

    RispondiElimina
  8. Salve, io ci ho provato e sono guarita da ben 6 patologie di cui una ritenuta genetica e quindi inguaribile( cavolate), la cosa bella è quando vedi gente che conosci che si ammala a cui il conflitto corrisponde e guarisce , fantastica la metamedicina e la nuova medicina germanica ed io non smetterò mai di ringraziarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non è una cosa troppo personale e senza alcun tipo di polemica, posso sapere, fisicamente, come hai fatto?

      Elimina
    2. bisogna capire la causa , in quanto ogni malattia è la fase di soluzione di conflitto biologico e psicosomatico , ad ogni organo e malattia ne corrisponde uno e, una volta letta la causa , che corrisponde sempre , ed acquisita la consapevolezza di cosa ci è successo , la guarigione avviene all'istante ,io sono guarita dalla tiroidite di Hashimoto ( malattia ritenuta genetica e quindi inguaribile dalla medicina ufficiale ma io sono guarita da 4 anni), mi scomparso un nodulo alla tiroide piuttosto grande e sospetto , son o guarita dalla cistite che mi affliggeva dall'età di 15 anni dopo inutili e dannosissimi antibiotici che non mi facevano nulla, mi scomparso da 3 anni un adenoma( cisti beneigna ) alla colecisti , 5 mesi fa una cisti di 6 cm all'ovaio sinistro e da poco il mio fegato ha iniziato di nuovo a detossificare meglio . provare per credere !!il punto è che ad Hamer non è stata mai data la possibilità di dimostrare la sua tesi ,perchè andava contro le Holding farmaceutiche soprattutto della chamioterapia , giudicata da tantissimi ricercatori una pratica che peggiora la situazione del cancro conme dice questa notizia che chiaramente non ci è stata detta dalle tv e dai giornali : http://www.notiziario360.it/i-ricercatori-americani-affermano-la-chemioterapia-puo-peggiorare-il-cancro/ ma che ancora si continua a praticare nonostante anche tutte le notizie di ricercatori che trovano soluzioni che vengono prontamente insabbiate perchè alla medicina ufficiale ed alle case farmaceutiche non sta a cuore la nostra salute ma solo il business , loro non guariscono mai , curano perchè hanno tutto l'interesse a tenerci malati perchè la nostra salute o meglio la nostra malattia frutta del denaro !!!!

      Elimina
  9. Aggiungerei anche Wilhelm Reich...di successi,senza usare farmaci,nè terapie invasive,ne ha avuti anche lui...quantomeno meritava di essere studiato,invece di morire in galera:)

    RispondiElimina
  10. Suggerisco la lettura di "Malattia e Destino" di Thorwald Dethlefsen ed. Mediterranee. Oltre al mitico e impareggiabile "Il destino come scelta",sempre dello stesso autore. Usciti alla fine degli anni 70 ebbero un effetto bomba sulla medicina tradizionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li ho letti e riletti, sono stati per me il primo passo in una nuova direzione.

      Elimina
  11. anche la scienza arriverà a comprendere questi meccanismi, ma ha troppa paura di perdere il suo potere per ammetere che la coscienza, l'anima, l'istinto naturale di vita e il progetto intelligente che ci informa è più di una cura del sintomo o di una patologia.....Mente e corpo se riescono a liberarsi dall'emozione negativa della paura e a mettere a riposo con il digiuno e la serenità il processo della malattia possono invertire i processi in salute piena.....

    RispondiElimina
  12. Grazie!! posso sapere come si fa a fare quel corso citato nella prima paginata? Grazie....e sii forte qunado qualcuno comemmenta incredulo e spaventato come il primo commentatore su in alto. è ovvio sia da pazzi capire, se non altre basi a dare peso a queste parole..
    Rossana ( voglioarte @ yahoo.it )

    RispondiElimina
  13. Per Ross, sul sito ufficiale dell'ALBA c'è il calendario corsi ma per restare informata iscriviti pure alla newsletter. Se vai a un corso - che in genere dura tutto il sabato - sappi che non dormirai la notte quindi non prendere impegni per domenica.

    http://www.albanm.com/le-5-leggi-biologiche/calendario-corsi

    RispondiElimina
  14. Per il mio amico scettico Te Spanzo, ecco una serie di testimonianze su cui riflettere. Se ha cercato, deve aver cercato male!

    http://www.albanm.com/testimonianze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vediamo con gli occhi, fuori, solo quello che abbiamo nella mente, dentro

      Elimina
  15. Ciao Gabriele e ciao a tutti volevo chiedere, anche se magari sarebbe il caso di leggere prima il libro, chi conosce qualche medico/persona che utilizza la nuova medicina di Hamer cmq anche se non a Forli (romagna) nelle vicinanze, perche' la cosa mi interessa molto .

    RispondiElimina
  16. Ho letto le testimonianze e poiché sono parole scritte da persone che non ho di fronte (come il tuo articolo, in cui racconti comunque una testimonianza) per me non hanno alcun valore reale. Perché continuare a leggere le testimonianze quando posso ascoltare la versione diretta di monicadt che ha scritto sopra? Aspetto la sua.

    RispondiElimina
  17. Per Marco, puoi rivolgerti alla segreteria di Secondo Parere.
    secondoparere@nuovamedicina.com
    Telefono: 0187 42 17 95; Fax: 0187 42 08 58

    RispondiElimina
  18. Se le malattie non esistono, e i microbi sono salutari (4ta regola), sei disposto a ingoiare una cultura di Salmonella? O di meningococco?

    Tieni presente che io e la medicina tradizionale te lo sconsigliamo: ma secondo Hamer, ti fai un favore.

    RispondiElimina
  19. Caro Calimar, grazie per la provocazione che mi permette di chiarire un punto. Alla luce delle 5 Leggi Biologiche di Hamer - premesso che le tue affermazioni "le malattie non esistono" e "i microbi sono salutari" sono delle iperboli polemiche - si può ristrutturare l'intero senso biologico di micobatteri, batteri e virus, risolvendo finalmente una serie di misteri e di paradossi su cui tu e la medicina tradizionale accampate ipotesi sconclusionate. Non mi dilungo oltre perché, a chi interessa, non ha che da informarsi. Te incluso, perché ridurre un discorso così complesso e profondo a "i microbi sono salutari" e proporre di ingoiare colture (e non culture) dimostra una scarsa conoscenza dell'argomento. Auguri!

    RispondiElimina
  20. Coltura - deh, tasto sbagliato?

    Non c'è niente di provocatorio o polemico: secondo il non-più-dottor hamer, la terapia ottimale per il carcinoma intestinale è inghiottire quanto prima batteri della tubercolosi (fonte: "Testamento", edizione italiana, pagina 446).
    Ho semplicemente utilizzato microorganismi diversi, per cui non abbiamo subito vaccinazione.

    Ad ogni modo, sei tu che proponi qualcosa di "rottura", e sta a chi propone qualcosa di nuovo il dimostrarne la validità. Ed è francamente molto semplice: basta proporre una serie di casi circostanziati che un medico possa analizzare. Il buon Hamer non lo ha mai fatto.

    E' stato dichiarato psicopatico, radiato dall'albo, interdetto dalla professione medica, incarcerato in 3 diverse nazioni.
    Chi ha dei dubbi puo' cercare "Olivia Philar" su google.

    Per altro, Hamer non ha mai sostenuto che le case farmaceutiche lo ostacolassero. Secondo lui è una congiura degli Ebrei.

    Per inciso, come mai non menzioni mai i Foci di Hamer? O scegli tu di quali parti della sua teoria avvalerti, scartando quelle che sono palesemente ridicole?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Calimar, io le posso dire che grazie al metodo Hmer sono guarita da 6 patologie e posso dimostrarlo con esami , ecografie e nomi di dottori della medicina tradizionale che mi hanno seguito sbalorditi anche loro . Sono Guarita dalla tiroidite di Hashimoto ( malattia ritenuta genetica e quindi inguaribile dalla medicina ufficiale ma io sono guarita da 4 anni), mi scomparso un nodulo alla tiroide piuttosto grande e sospetto , son o guarita dalla cistite che mi affliggeva dall'età di 15 anni dopo inutili e dannosissimi antibiotici che non mi facevano nulla, mi scomparso da 3 anni un adenoma( cisti beneigna ) alla colecisti , 5 mesi fa una cisti di 6 cm all'ovaio sinistro e da poco il mio fegato ha iniziato di nuovo a detossificare meglio , come me lo spiegheresti? in più un'amica è guarita dall'allergia al gatto e all'altra è scomparsa una cisti millenaria alla tiroide !!! vedi tu

      Elimina
  21. La validità non sta a me dimostrarla, io ho raccontato una storia, la mia esperienza e la realtà, confermata da centinaia di casi di persone guarite, che conosco io, che ho conosciuto in questi anni, che hanno scritto nei commenti (l'esperienza di Monica), che tuttora seguono le 5 leggi biologiche con grandi successi e che seguono medici, sempre di più per fortuna, che le applicano. Ma ignorare questa realtà e blaterare di altre cose è una scelta precisa. Curatevi con la vostra medicina, e se è troppo faticoso uscire dai protocolli e dalle leggi della medicina ufficiale, teneteveli ma non pretendete di confutare esperienze già formate. I genitori di Olivia Pilhar, ad esempio, sono seguaci di Hamer e proprio perché avevano capito l'importanza delle 5 leggi hanno combattuto in tutti i modi, contro uno stato intero, per avere la libertà di scelta. Sono folli? E scegliere la propria terapia è uno scandalo? Per voi pare di sì. Peraltro dovreste avere la buona educazione di firmarvi ed esporvi quanto le persone che criticate.

    RispondiElimina
  22. I focolai di Hamer sono una scoperta geniale. Da premio Nobel. Basti pensare che attraverso la tac di mio nonno, un medico della nuova medicina è riuscito a fornirmi a distanza di 500 km una diagnosi di almeno 10 patologie diverse, con relativi foglietti embrionali, decorsi, ecc. quando i medici ufficiali ne avevano riscontrate, confusamente, non più di tre. Quando parlate, verificate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i Foci di Hamer sono un errore della macchina ben conosciuto (si chiama ring artifact), tanto da essere descritti in letteratura e nei manuali d'uso dei macchinari. http://medbunker.blogspot.it/2010/12/quello-che-i-ciarlatani-non-dicono1.html

      Elimina
  23. grazie al metodo Hmer sono guarita da 6 patologie e posso dimostrarlo con esami , ecografie e nomi di dottori della medicina tradizionale che mi hanno seguito sbalorditi anche loro . Sono Guarita dalla tiroidite di Hashimoto ( malattia ritenuta genetica e quindi inguaribile dalla medicina ufficiale ma io sono guarita da 4 anni), mi scomparso un nodulo alla tiroide piuttosto grande e sospetto , son o guarita dalla cistite che mi affliggeva dall'età di 15 anni dopo inutili e dannosissimi antibiotici che non mi facevano nulla, mi scomparso da 3 anni un adenoma( cisti beneigna ) alla colecisti , 5 mesi fa una cisti di 6 cm all'ovaio sinistro e da poco il mio fegato ha iniziato di nuovo a detossificare meglio , come me lo spiegheresti? in più un'amica è guarita dall'allergia al gatto e all'altra è scomparsa una cisti millenaria alla tiroide !!!

    RispondiElimina
  24. bisogna capire la causa , in quanto ogni malattia è la fase di soluzione di conflitto biologico e psicosomatico , ad ogni organo e malattia ne corrisponde uno e, una volta letta la causa , che corrisponde sempre , ed acquisita la consapevolezza di cosa ci è successo , la guarigione avviene all'istante ,io sono guarita dalla tiroidite di Hashimoto ( malattia ritenuta genetica e quindi inguaribile dalla medicina ufficiale ma io sono guarita da 4 anni), mi scomparso un nodulo alla tiroide piuttosto grande e sospetto , son o guarita dalla cistite che mi affliggeva dall'età di 15 anni dopo inutili e dannosissimi antibiotici che non mi facevano nulla, mi scomparso da 3 anni un adenoma( cisti beneigna ) alla colecisti , 5 mesi fa una cisti di 6 cm all'ovaio sinistro e da poco il mio fegato ha iniziato di nuovo a detossificare meglio . provare per credere !!il punto è che ad Hamer non è stata mai data la possibilità di dimostrare la sua tesi ,perchè andava contro le Holding farmaceutiche soprattutto della chamioterapia , giudicata da tantissimi ricercatori una pratica che peggiora la situazione del cancro conme dice questa notizia che chiaramente non ci è stata detta dalle tv e dai giornali : http://www.notiziario360.it/i-ricercatori-americani-affermano-la-chemioterapia-puo-peggiorare-il-cancro/ ma che ancora si continua a praticare nonostante anche tutte le notizie di ricercatori che trovano soluzioni che vengono prontamente insabbiate perchè alla medicina ufficiale ed alle case farmaceutiche non sta a cuore la nostra salute ma solo il business , loro non guariscono mai , curano perchè hanno tutto l'interesse a tenerci malati perchè la nostra salute o meglio la nostra malattia frutta del denaro !!!!

    RispondiElimina
  25. Grazie Monica per la tua testimonianza. E' preziosissima.

    RispondiElimina
  26. Bravo Gabriele! Bellissimo post scritto in modo semplice e diretto, complimenti!
    Grazie anche a chi ha voluto portare la propria esperienza, alla fine questo serve per testimoniare che queste GRANDI scoperte (attenzione non si parla di invenzioni, ma di scoperte!!!) di Hamer sono VERE, SCIENTIFICHE e RIPRODUCIBILI !!!!!!!!

    Continuare a parlarne, sempre e con ogni persona (anche se con le più ostiche a volte butto lì qualche amo senza tirare su la lenza...) serve per far sì che si smetta di pensare alla "sfiga" e si cominci a capire che la vita e la natura sono semplicemente PERFETTE !!!

    RispondiElimina
  27. Mi potresti ridare il titolo esatto del libro di Hamer? Un abbraccio!

    RispondiElimina
  28. Suggerisco il semplice ed esplicativo "Il Cancro e Tutte le Cosiddette Malattie". E dopo aver seguito almeno un corso introduttivo, il "Testamento per una nuova medicina" che contiene tutti i documenti (anche le famose verifiche che alcuni si ostinano a ritenere inesistenti e per le quali diverse persone hanno rischiato la vita, basti pensare che a colui che firmò la prima verifica fu bruciata la casa con dentro il cane e la figlia, questo per dire a che livello siamo). La tabella sinottica è invece uno strumento utilissimo da consultare in fretta per avere un'immediata connessione psiche-cervello-organo, dunque sintomo e decorso. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  29. per gabriele mi chiamo marina sono di roma e vorrei piu notizie circa il corso grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://frontelibero.blogspot.it/p/corsi-nuova-medicina-germanica-2013201.html

      Elimina
  30. Cara Marina, sul sito www.albanm.com, sotto la voce "Le 5 leggi biologiche", trovi il calendario dei corsi. Non so perché tra questi figura solo quello di formazione biennale per specialisti e non quello introduttivo, ma puoi scrivere tramite il sito all'associazione, che certamente ti saprà dare maggiori informazioni. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  31. Grazie Gabriele, un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  32. Qualche anno fa ho fatto una statistica di persone che avevano malattie, e tutte rientravano nelle statistiche del Dr. Hamer.
    Del resto, riprendendo il primo commento, entra in un reparto di oncologia e guarda quanti di loro guariranno con le chemioterapie intensive.

    RispondiElimina
  33. Chi porta la divisa è buono. Chi indossa il saio è Santo. Chi indossa la toga è giusto. Chi indossa il camice bianco guarisce. E noi intanto soccombiamo alle illusioni senza dare una minima chance alle scoperte che remano contro. Internet è l' errore che l' élite ha commesso nei confronti di noi comuni mortali e grazie a questo mezzo di comunicazione la conoscenza si sta estendendo a macchia d' olio. Ho perso mio padre da un anno dilaniato dalla chemio. Otto anni di torture e di pazienti andati via alla stessa maniera. È ora di dire basta a questo genocidio a fine di lucro e se ci sono alternative è ora di iniziare. PER TUTTI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi porta la divisa fa del suo meglio per proteggeri i nostri culi, e la nostra patria.
      Chi porta il saio fa del suo meglio per darci conforto e aiuto spirituale, che uno ci creda o no.
      Chi porta la toga fa del suo meglio per far valere la giustizia e l'uguaglianza che con tanta fatica e' stata conquistata.
      Chi ha il camice bianco fa del suo meglio per guarirci, con i mezzi che ha disposizione...

      Ben vengano le scoperte, le alternative, le nuove conoscenze...
      ma un po' di rispetto per tutte le professioni (la sua, la mia, quella dei medici, dei soldati, dei giudici, dei preti)...quella ci vuole sempre, o no?

      Saluti
      Roberto

      Elimina
    2. Bhee, non credo! Il rispetto vale come regola vita! Non credo e non ho mai creduto ad una sola di queste affermazioni:Chi porta la divisa fa del suo meglio per proteggeri i nostri culi, e la nostra patria.
      Chi porta il saio fa del suo meglio per darci conforto e aiuto spirituale, che uno ci creda o no.
      Chi porta la toga fa del suo meglio per far valere la giustizia e l'uguaglianza che con tanta fatica e' stata conquistata.
      Chi ha il camice bianco fa del suo meglio per guarirci, con i mezzi che ha disposizione... Tutte bugie! Ma posso capirti, hai subito una programmazione, che ti porta pensare così. Vita militare=Oppressione d'Anima! Saluti

      Elimina
  34. Un bell'articolo, senza dubbio...
    ma qualche punto, mi viene da buttarlo giu', nero su bianco

    se davvero le malattie, tra cui il cancro, sono dovute esclusivamente a conflitti irrisolti, allora significherebbe che tutta la merda che porta il nostri geni a mutare (causa del cancro), tipo sotanze chimiche varie, radiazioni, cose che mangiamo, cose che respiriamo, cose che beviamo....
    allora non esistono!?...

    Mi piacerebbe tanto che ci fosse una pura causa psicosomatica a tutte le malattie, e provo a pensarlo, e provo a crederci...

    E mi affido alla kinesiologia, alla psicologia somatica, alle tecniche di respiro, allo yoga, alla preghiera
    Ma nel frattempo, non posso non avere in parte fiducia nella medicina tradizionale. Non posso pretendere che un prete, uno psicologo, un dottore non piu abilitato possano guarirmi dal cancro...

    E i medici che non hanno le risposte, e che si affidano "a comandamenti tramandati e condivisi", beh questi medici (o molti di loro) passano giorni e notti in corsia, e in laboratorio, a rovinarsi la vista con i microscopi, per cercare di capire perche' si starnutisce...e non solo...
    Passano ore in sala operatoria per salvare una vita...promettono e cercano in tutti i modi di salvaguardare il miracolo della vita...

    Lavorano con dedizione, pazienza, abnegazione (e hai dimenticato passione), come dici tu...non perche' siano delle macchine non pensanti...ma perche' per ora, la scienza e la medicina sono l'unica cosa certa e provata che abbiamo, che esiste al mondo, che possa guarirci dal cancro (perche' e' di cancro che stiamo parlando)...

    Quindi, se posso farti un piccolo appunto, sebbene io non sia in grado, e non voglio negare assolutamente la validita' delle tue teorie...ti consiglierei di non disprezzare o quantomeno sminuire il lavoro dei medici e della medicina convenzionale

    In ogni caso, grazie per la condivisione
    Saluti

    Roberto Appio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo da quando sono adulto non credo più alle favole. Sì, ci saranno molti splendidi medici che fanno con passione ciò che fanno, che compiono piccoli miracoli, ma non posso credere che una persona intelligente davvero non abbia capito la connessione scientifica tra psiche cervello e organo dopo tanti anni e continui ad applicare teorie assurde, quelle sì, prive di alcun fondamento scientifico. Esistono però medici che prendono tanti bei soldi dalle case farmaceutiche, che si fanno belle vacanze, spesati e ospitati, questo non omettiamolo. Inoltre, non esistono guaritori. Questo è il nuovo meraviglioso paradigma. Nessuno guarisce nessun altro. Esistono dei processi, e io stesso te li posso descrivere. Esistono i conflitti, e chiunque può aiutare un altro ad uscire da un conflitto. Ma la guarigione è sempre e soltanto un processo di cui è completamente e totalmente responsabile il malato. La favola della ricerca per trovare la causa del raffreddore per non dire i miliardi raccolti per il cancro... basterebbe avere l'umiltà di studiare e applicare le 5 leggi biologiche. Come fanno, ancora segretamente e con immensi rischi, centinaia di medici che con il loro sacrificio e appunto rischiando anche la vita, hanno compreso la logica delle scoperte di Hamer e ottenuto dei risultati incredibili. Ma la scienza ufficiale è ancora troppo ancorata a protocolli come "male incurabile" e "miracolo". Ed è (forse) giusto così.

      Elimina
  35. Ma quali sono queste 5 leggi biologiche?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://frontelibero.blogspot.it/p/le-5-leggi-biologiche-perche-ci-si.html

      Elimina
  36. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  37. Buonasera. Ho letto quanto hai scritto sul cancro. Ti informo di qualcosa che forse non conosci che si sta facendo in Italia che pochi purtroppo conoscono per le ragioni che hai spiegato a chi è ancora legato alla medicina meccanicistica.
    con CUORE
    bruno franchi
    BUONGIORNO

    NOTIZIA IMPORTANTE DI ORGONOMIA

    CONFERENZA INTERNAZIONALE DI ORGONOMIA Roma 4/5/6 ottobre 2013


    Sono aperte le iscrizioni per partecipare alla conferenza internazionale di Orgonomia.
    Vedere pagina: http://www.facebook.com/AssociazioneItalianaDiOrgonomia#!/AssociazioneItalianaDiOrgonomia?fref=ts

    con CUORE

    Francesco Zito

    ASSOCIAZIONE ITALIANA DI ORGONOMIA
    Sede legale. Ragalna, via Rosario 9 - 95030 (CT).
    Presidente Zito Francesco Info. Tel. 338-4921823 - 095-620841 email zetafrancis@yahoo.it


    RispondiElimina
  38. io non sono scettica a priori, anzi, ho letto anche io Malattia e destino e sono abbastanza in sintonia con tale linea.
    Tuttavia, HAMER è un personaggio discutibile sotto parecchi punti di vista no? Anche solo per la tendenza antisemita? ho letto pezzi della biografia e sono un tantino folli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'entra nulla la persona con la sua scoperta, e sollevare pseudo-polveroni come quello dell'antisemitismo - ignorando del tutto la sua storia personale, la sua persecuzione individuale, il suo sacrificio totale - è un abboccare a un sistema che tenta disperatamente di contrastare una verità che è per sua stessa natura inarrestabile. Infatti ormai centinaia di migliaia di persone sanno della Nuova Medicina e la applicano alla propria vita con costanti successi.

      Elimina
  39. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  40. Ottimo articolo! Complimenti!

    Nel nostro blog http://frontelibero.blogspot.it/ collaboriamo con Claudio Trupiano per la diffusione delle scoperte di Hamer. Passi a trovarci.

    Per info su i corsi di Nuova Medicina Germanica tenuti da Trupiano: http://frontelibero.blogspot.it/p/corsi-nuova-medicina-germanica-2013201.html

    RispondiElimina
  41. salve a tutti e ringrazio a priori chi vorrà rispondere o meglio partecipare al dibattito.
    Io la NMG la conosco da circa 13 anni e si feci anche un corso con il buon Trupiano.
    Ho tutto il kit dei libri tabelle ecc. e conosco anche un medico che faceva parte di alba
    Sono uno a cui piace entrare nel dettaglio dove possibile perchè si in effetti Hamer come personaggio può essere a tratti inquietante e di certo lui non è un uomo di public relations, cosa che non lo ha aiutato tanto meno oggi.
    E appunto "oggi"! Io ritengo che la peggiore cosa che stia accadendo è l'assoluta assenza di feedback con Hamer stesso (teoricamente in Norvegia) per capire se ci sono degli aggiornamenti, se qualcosa che pensava prima ogi è cambiata, e via dicendo.
    Penso anche che lui abbia ragione ma come da sua stessa ammissione c'è ancora molto da fare e trovare nella NMG e magari perchè no qualche dettaglio da rimettere in discussione o affrontare in chiave diversa, come accaduto nelle precedenti e primissime edizioni della NMG.
    Porto un esempio che mi riguarda da vicino per via di un caro amico che sta soffrendo di glioblastoma...e come sappiamo in teoria il tumore al cervello non esiste per via dell'impossibilità delle cellule neuronali di riprodursi.
    Ed ecco la vera e propria domanda.
    Come anticipato io non amo compiere "atti di fede" fin troppi di questi atti la medicina col camice bianco ci ha chiesto, e non voglio iniziare con Hamer, al di là della facile oserei dire naturale comprensibilità delle logiche della NMG.
    Torniamo alla domanda: oramai è assodato che le cellule neuronali si dividono e si riproducono (basta cercare su internet neurogenesi), confutando così una delle pietre miliari di Hamer...Che facciamo?
    Ripeto io credo che la logica sia giusta ma è dovere capire bene, quasi un 2+2=4 proprio per non avere dubbi alcuni
    Attendo un riscontro e grazie per il blog che in Italia è cosa rara
    Giampaolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hamer lo prevede e lo spiega: sono cellule gliali, ritenute dalla scienza "benigne" se sono cicatrizzate (cioè successive a un conflitto risolto) e "maligne" se edemizzate per una nuova fase di Post-conflittolisi (recidiva conflittuale). Il fenomeno esiste, certamente: è folle l'interpretazione della medicina ufficiale, che irradia il cervello ed è ancora impelagata nel manicheismo medievale benigno-maligno.

      Elimina
    2. ciao Gabriele,
      le cellule gliali sono una cosa e so quello che tu giustamente spieghi e che Hamer dice da anni; io parlo dell'affermazione di Hamer (sostenuta fino a anni addietro dalla stessa medicina ufficiale tra l'altro) che nel cervello non sia possibile la riproduzione di cellule neuronali!
      Oggi le cose sono cambiate e se avrai la voglia di leggerti qualsiasi articolo sulla neurogenesi potrai comprendere ciò che tento di dire, che ci tengo a specificare, non è una critica alla NMG, ma è l'esigenza di un aggiornamento, magari perchè no di un cambio di direzione da qualche altra parte per un miglioramento della stessa NMG...Lo stesso Hamer afferma che ancora c'è molto da fare, solo che è il primo ad avere difficoltà nel prevedere una messa in discussione di qualche sua certezza, motivo di allontanamento di molti suoi collaboratori di vecchia data.
      Insomma vorrei proporre un dialogo aperto e critico con l'esclusiva accezione positiva del termine, così anche da poter dare una mano ai tanti che si affacciano alla NMG e sono tempestati di dubbi.
      Che ne pensi?

      Elimina
    3. Caro... firmati per favore così so con chi parlo, se sei una donna, un uomo, e oltre il tuo account, ho una dimensione della persona (e del tuo settore di lavoro e interessi), sono d'accordo con te sul dialogo aperto e critico, del resto, la scienza non è che un continuo processo. Sulla proliferazione dei neuroni e sugli articoli che citi - che peraltro potrebbero essere come sempre partoriti e propagandati dalle solite lobby, le stesse che stanno dietro alla sperimentazione e alla cosiddetta "ricerca" - non ho competenze specifiche per intervenire e, in tutta sincerità, non m'interessa neppure approfondire perché è già vastissimo il capo delle scoperte di Hamer e le infinite storie in cui esse hanno prodotto risultati. Voglio dire questo: prima di confutare, occorre conoscere nel dettaglio la materia e io personalmente non ho mai riscontrato una singola crepa nell'efficacia scientifica, cioè verificabile, delle 5 Leggi biologiche.

      Elimina
  42. Alcuni tragici dati sui presunti "successi" della chemioterapia.

    http://www.informarexresistere.fr/2014/01/30/non-di-fallimento-si-tratta-ma-di-crimine-contro-lumanita/

    RispondiElimina
  43. Troppo semplice , ci sono e' vero malattie psicosomatiche , cioe' il dolore della morte del figlio per una fucilata ha fatto venire il cancro al padre , ma questa non e' nuova medicina , questo e' già previsto in psichiatria , nel settore di malattie psicosomatiche causatedalla psiche !!!!! Ma il cancro per esposizioni ad inquinanti o ad esempio all asbesto o altri fattori cancerogeni , non hanno motivi psichici !..inoltre questa nuova medicina ricorda anche le teorie basi di scientology ....comunque sia nulla di nuovo se leggi o studia psichiatria sono teorie già studiate dalla medicina ufficiale ...solo che la causa può essere anche psicologica ma la cura non e' psicologica. ...se ad esempio avviene un infarto per motivi psicologici poi ci vuole almeno nella prima fare una cura medica materiale .oltre ad una cura psichica per sanare la causa di stress che ha causato l'infarto o il cancro ...l'errore sarebbe pensare che solo con l# psicologia o rimuovendo le cause mentali si possono curare malattie che non hanno cause solo mentali.

    RispondiElimina